Miriam Mongitore  Lampada Glue

Miriam Mongitore Lampada Glue

La cultura dell’usa e getta che ha caratterizzato l’ultimo quarto di secolo ha disegnato oggetti caratterizzati da forme e funzioni interessanti ed innovative da cui scaturiscono un numero elevato di rifiuti che diventano col tempo difficili da smaltire. Da ciò è scaturito un modo diverso di disegnare gli oggetti che si propone il riutilizzo di questi rifiuti come materia prima per esplorare nuove forme per la vita di tutti i giorni.
Si approda ,così, all’interessante e creativo sviluppo di nuovi temi per la progettazione di oggetti di vario tipo, portando alla luce nuovi oggetti in cui l’assemblaggio, il bricolage, l’uso di materiali poveri o di materiali industriali riutilizzati, diventano nuovi indirizzi.
Con questo approccio si riesce a ricreare manufatti nuovi che emergono dalla massa degli oggetti minimalisti che ormai hanno sperimentato tutte le forme possibili dei materiali tradizionali del design e che si differenziano fra loro per piccoli dettagli, talvolta illeggibili.
Lampada “Glue” : una lampada da terra , nata dall’ assemblaggio di scarti di materiali già esistenti riutilizzati alternativamente, quali barrette di colla Eva (comunemente detta “colla a caldo”), rete metallica e fil di ferro.
La luce alla portata di tutti!