Giuseppe Arezzi

Giuseppe Arezzi

Giuseppe Arezzi nasce a Ragusa nel 1993, dal 2011 studia al Politecnico di Milano, facoltà del design, nel corso di laurea in design degli interni.
Nel 2012 partecipa al concorso “Progetto Cargo” a Marina di Ragusa realizzando il progetto per una casetta per uccelli “Green Inox House”.
Nel 2013, partecipa al concorso “Me36” realizzando l’opera “Da Pino nasce Pino”, fa parte dei diciotto finalisti del concorso internazionale “Hosthinking” indetto da Fieramilano e Polidesign con il progetto per un albergo “Common Space” in mostra all’innovation gallery di Rho Fiera Milano in occasione della fiera Host.
Nel 2014 viene selezionato per partecipare al workshop internazionale a Mechelen (Belgio) indetto dal G.I.D.E. (Group for International Design Education), viene selezionato con il progetto “Panelab” ed espone alla mostra “Celebration” presso il museo Cultuur- centrum di Mechelen, sempre con il progetto “Panelab” viene selezionato ed espone alla mostra “Design x Designers” del Politecnico di Milano al Fuorisalone 2014. Attualmente al terzo anno di studi si interessa di urban interior design e di tematiche ambientali e progetti inerenti al consumo del cibo come attivatori di una socialità e collettività condivisa.

Poltrona Manic#

Poltrona Manic#

Più che terra di contrasti, la Sicilia è terra di storia. Storia non solo di popoli e re, ma di grandi famiglie, di terra plasmata, di focolari ordinati. Una tradizione, la nostra, che guarda alla migliore forma di tutte: l’essenziale. La poltrona Manic# proviene tutta dalla nostra terra: non sono state mani straniere a disegnarla e costruirla. Zappe, scope, mattarelli. Legno non solo delle nostre terre, ma delle nostre case. Gli stessi strumenti che i nostri avi hanno impugnato sono riportati oggi a nuova vita nel pro- dotto di una terra che guarda al passato mentre vola verso il futuro, salda nelle tradizioni e imbattuta nell’ inventiva.
Descrizione Tecnica: Struttura in legno di faggio, sezione circolare diametro 28 mm (manici di zappa), i singoli elementi in legno sono giunti da barre filettate con dadi a farfalla in acciaio inox. La seduta è in tela lucida colore verde petrolio, ed è replicabile in varie colorazioni. La parte in stoffa è tesa grazie a due cinturini in pelle marrone. L’oggetto risulta un vero e proprio ready made adattabile a vari contesti abitativi, dal contract al privato.Misure: H:85cm L:88cm P:68cm.

Testo: Lorenzo Salamone
Foto: Melissa Carnemoll

Poltrona-Manic#

 

Poltrona-Manic#1